Spedizione gratuita

L'INVITATA PERFETTA

L'INVITATA PERFETTA

Francesca Stoppele, insieme a Ivan Guariso, è la fondatrice di Emotions Eventi Verona, società leader nel mondo del wedding del Triveneto. 

Francesca, con la tua esperienza decennale del mondo dei matrimoni avrai visto di tutto, dagli outfit più eleganti a qualche scivolone da invitata. Partiamo dagli errori: cosa non si può mettere a un matrimonio? 

Partiamo dicendo che il bon ton di un matrimonio dipende molto dall’orario in cui si svolge la cerimonia e dalla location. 

facciamo un esempio di un matrimonio in Chiesa di mattina: l’outfit di un'invitata perfetta deve essere elegante, ma non deve eccedere, da evitare assolutamente abiti lunghi e colori molto scuri. Il tacco alto è sempre simbolo di eleganza, ma con sobrietà. Non è consigliabile azzardare in scollature vertiginose o abiti troppo corti, bisogna sempre tenere conto che la cerimonia è religiosa.

Cosa consiglieresti quindi di indossare? 

 le opzione che proporrei sono due:

Un abito midi dalle tinte delicate oppure, attualissimo e soprattutto rindossabile, un bel tailleur. Con un tailleur non si sbaglia mai, simbolo di eleganza e perfetto in tutte le ore del giorno, meglio se in colori pastello e tessuti pregiati. Facilissimo da personalizzare in base al proprio stile con accessori di moda, come un bel paio di orecchini o un sandalo di tendenza. In un periodo come questo consiglio alle persone di scegliere dei capi che possono essere indossati anche in altre occasioni, un tailleur elegante può essere spezzato e sdrammatizzato con un jeans o una t-shirt.

Cosa assolutamente non può indossare un’invitata? 

La prima cosa, che sembra banale, ma non lo è, non vestirsi di bianco! Evitare tutti i toni molto chiari che da lontano potrebbero farti sembrare la sposa. Evitare i toni molto scuri, a meno che non sia un evento serale in una location molto elegante e lo richiedano gli sposi. Anche il rosso rientra nella palette dei “NO” in quanto è considerato un colore troppo vistoso, bisogna ricordarsi che la protagonista è la sposa e nulla la deve oscurare. 

Un consiglio per “l’invitato perfetto “? 

L'uomo ha vita più facile, a meno che non voglia esagerare. Sì all’abito blu o di toni più chiari se si tratta di un matrimonio estivo, assolutamente vietato lo smoking e ricordiamoci che se lo sposo fosse in tight tutti gli invitati devono seguirlo.

Per un uomo più sportivo e un matrimonio diurno, uno spezzato, meglio se doppiopetto, può essere un'ottima soluzione. 

Per concludere la parola d'ordine è eleganza e sobrietà. Less is more.

Post precedente